porto-cesareo

Abusi edilizi a Porto Cesareo: sequestrati 53 appartamenti

La Puglia è terra di meraviglie ambientali, capaci di colpire subito il visitatore per la loro bellezza unica, soprattutto in tutti quei luoghi in cui la natura incontaminata e selvaggia permette ancora di gustare fino in fondo l’essenza di un luogo dell’anima. Dal Salento giunge però una brutta notizia: in località Torre Lapillo a Porto Cesareo, uno dei luoghi emblematici, oggi sono stati sequestrati ben 53 appartamenti con un’operazione della Guardia di Finanza, giacché questi ultimi fanno parte di un abuso edilizio.

Il sequestro a Torre Lapillo: appartamenti e centro commerciale

In questa  operazione della GdF, scaturita in seguito alla decisione del GIP di Lecce Paolo Cazzella, è stato sequestrato il complesso residenziale realizzato senza alcuna autorizzazione, nei piani terra e seminterrato di un immobile già esistente, su un’area che si estende per più di 4000 metri quadri, all’interno della quale era anche prevista la realizzazione di un centro commerciale con tanto di magazzino. La struttura era celata dalla siepe alta tre metri posta su tutto il perimetro della proprietà, per meglio nascondere l’impatto della stessa in uno degli angoli più belli della Puglia.