focara di Novoli - Laterradipuglia.it

Il falò più grande d’Europa è in Puglia! Non ci credete? Ve lo raccontiamo subito. Quando si pensa alle vacanze estive si immaginano spesso lunghe giornate trascorse sulla spiaggia, in riva al mare. Giornate che si potrebbero concludere con un bel falò, (a patto di accenderlo laddove è consentito). Ebbene, forse non tutti sanno che i pugliesi sono davvero molto esperti in fatto di allestimento ed accensione di falò. Ce n’è uno, in particolare, che sicuramente riuscirebbe a far “impallidire” tutti i falò che avete già visto nella vostra vita. Scopriamo dunque dove si trova e in che occasione lo si accende. 

Perchè in Puglia si accendono tanti falò

Il falò e più in generale il fuoco hanno da sempre un forte significato simbolico di tipo catartico. Nella tradizione contadina il fuoco è acceso per “pulire” i campi (si pensi all’origine del famoso grano arso), ma anche, simbolicamente, per celebrare un momento di cambiamento profondo ed una forte esigenza di rinnovamento. Si accende un fuoco anche per esprimere gratitudine per un pericolo scampato: si pensi all’accensione dei falò in onore della Madonna di Vetrana in quel di Castellana Grotte, in segno di ringraziamento per aver scampato la tragica epidemia di peste del 1691. Un segno di devozione che si rinnova e riconferma anno dopo anno, così come accade analogamente a Cutrofiano, dove ogni anno il 17 febbraio si accendono innumerevoli focare al fine di onorare e ringraziare Sant’Antonio da Padova per aver salvato il paese da un devastante terremoto nel 1743.

LEGGI ANCHE  Gli eventi del primo week-end di dicembre 2014 in Puglia

La focara più grande d’Europa si accende a Novoli

focare pugliesi - La Terra Di Puglia

La focara più grande d’Europa, quella che ci conferma che i Pugliesi sono davvero maestri nell’accensione dei falò, ha luogo a Novoli. Qui, ogni anno la sera del 17 gennaio si accende una gigantesca montagna di fascine di tralci di vite, raccolti e legati a seguito della recente vendemmia e potatura delle vigne. Pensate, la focara in questione è alta la bellezza di 25 metri e regala ai presenti uno spettacolo davvero unico nel suo genere. Se state programmando le vostre vacanze in Puglia, potreste valutare anche di visitare la Puglia in inverno: sicuramente non potreste godere di lunghi bagni in mare, ma rimarreste conquistati dal suo carattere genuino, verace, folkloristico e divertente.

La focara di Novoli  è dunque il falò più grande d’Europa e ci riporta con la memoria ad antichi riti propiziatori pagani organizzati per auspicare un avvicendamento delle stagioni positivo e promiscuo ed un ritorno veloce alla luce (ovvero della bella stagione). E a proposito di fertilità e promiscuità, vi segnaliamo che la focara di Novoli porta con sè momenti gastronomici decisamente ghiotti, tra gustoso baccalà, carne arrostita, pittule e altre specialità locali.