Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •  
  •  

ha più calorie l'olio o il burro - Laterradipuglia.it

E’ consuetudine pensare che il burro sia di gran lunga più calorico del burro. E dunque si tende a prediligere l’olio per questo motivo. E’ vero che perdiligere l’olio al burro sia corretto, ma la ragione di questa scelta non deve risiedere nel calcolo delle calorie. Anzi, se fosse solamente per le calorie, dovreste proprio scegliere il burro! Oggi vi spieghiamo il perchè, rispondendo dunque alla domanda: ha più calorie l’olio o il burro?

Ha più calorie l’olio o il burro?

Per rispondere alla domanda “ha più calorie l’olio o il burro?” non ci resta che andare a dare uno sguardo ai valori calorici dei due prodotti. Se 100 grammi di burro forniscono 760 kilocalorie, più o meno tutti gli olii ne forniscono 900. Dunque, sarebbe più logico scegliere il burro. E come mai l’olio è di gran lunga più calorico del burro? E’ presto detto. Perchè l’olio è olio al 100%, mentre il burro contiene al suo interno anche acqua, circa un 17%. Allora, volendo alimentarsi in modo sano seguendo i precetti della dieta mediterranea, sarebbe comunque forse meglio scegliere il burro, così da ridurre l’apporto calorico? La risposta in questo caso è no.

Il minor apporto calorico è l’unico punto a favore del burro

Caratteristiche nutrizionali dell’olio

Se è dunque vero che ha più calorie l’olio del burro, dovete sapere che vi sono molti altri parametri da tenere in considerazione nella scelta dell’uno rispetto all’altro o viceversa. Innanzitutto si prenda in considerazione il tipo di grasso: l’olio pugliese così come quello toscano, calabrese e chi più ne ha più ne metta è un grasso ricco di acidi grassi insaturi, i cosiddetti grassi “buoni” capaci di tenere pulite le nostre arterie (circa 83 gr di grassi insaturi su 100 gr di olio). Di questi grassi buoni, la gran parte è costituita da acido oleico, un grasso monoinsaturo particolarmente sano in quanto capace di contrastare l’incremento del colesterolo cattivo nel sangue. Vi è anche una presenza di grassi saturi, quelli che possiamo indicare come “cattivi” e che fanno aumentare il colesterolo, ma è davvero esigua un pò in tutti gli oli. Le caratteristiche che vi abbiamo qui descritto appartengono a tutti gli oli ma ancor di più all’olio extravergine di oliva. L’olio extravergine di oliva è anche ricco di antiossidanti, sostanze capaci di contrastare lo stress ossidativo cellulare: un vero toccasana per tutto il corpo.

Caratteristiche nutrizionali del burro

Anche il burro contiene acidi grassi insaturi, quelli buoni per intenderci, ma molti meno, ovvero circa 26 grammi su 100. Come vedete la proporzione è praticamente l’opposto rispetto a quella offerta dall’olio. Nel burro vi sono invece 49 grammi di acidi grassi saturi e 250 milligrammi di colesterolo, che invece risulta del tutto assente nell’olio di oliva. Ma non bandiamo del tutto il burro dalla nostra dieta, perchè oltre ad avere un sapore gradevole e riuscire a rendere gustosi molti piatti (perchè privarci del tutto del piacere del burro?), il burro è anche ricco di vitamina A. E non solo: è anche molto facilmente digeribile, in virtù della sua peculiare composizione chimica.

E allora, che fare? Olio o burro?

E allora, che fare? Il consiglio è quello di prediligere l’olio extravergine di oliva per l’alimentazione quotidiana, e di tenere sempre un pò di burro in frigo da usare occasionalmente. In questo modo si potrà avere un’alimentazione sana, ricca, varia e ben bilanciata tutto l’anno.


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •  
  •