E’ incredibile come in un territorio devastato da tumori dovuti al forte inquinamento di polveri sottili, un presidente di provincia, non di Regione, approvi un decreto senza ascoltare la popolazione che ha prodotto un parere contrario.

“Con un ‘colpo di mano inatteso’ – si legge in un passaggio del comunicato diffuso da Forum Ambiente e Salute – si è ribaltato tutto, e con una serie di artefatte prescrizioni – maschera si stravolto l’intendimento raggiunto in Commissione Ambiente. E il presidente, Antonio Gabellone, per mediare posizioni, non poi nei fatti tanto divergenti, e mantenere la sua maggioranza ha permesso il compiersi di questo ‘tradimento’ della volontà e della fiducia popolare, che si macchia della gravità ulteriore del carico di ‘malattia’ e ‘morte’ che comporta”. La mobilitazione, infatti, nasce dalla volontà di tutelare la salute pubblica.

http://www.youtube.com/watch?v=Gci1S_X_u00