Condividi
  •  
  •  
  •  
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •   
  •  
  •  
    2
    Shares

olio pugliese, olio per friggere - Laterradipuglia.it

Come ben sapete uno degli argomenti che abbiamo maggiormente a cuore e che amiamo trattare sulle pagine di questo magazine è quello relativo all’olio pugliese. In varie occasioni abbiamo cercato di conoscerlo meglio, di comprendere la differenza che intercorre tra l’olio e il burro, i valori nutrizionali, e via dicendo. Oggi interroghiamoci su un altro argomento, e domandiamoci: qual è l’olio migliore per friggere? Rispondiamo dunque a questo quesito senza indugi. 

La frittura è una tecnica di cottura che rende pressoché irresistibile qualunque cibo. Inutile nascondersi dietro un dito! E’ fondamentale, tuttavia, eseguirla alla perfezione, per coccolare al punto giusto tanto il palato e per avere la giusta cura della propria salute. Qualunque olio infatti se raggiunge le alte temperature tende a perdere stabilità. Cosa vuol dire perdere stabilità? Che le sue caratteristiche chimiche ed organolettiche si alterano per effetto della temperatura. Nello specifico, si verificano alcuni fenomeni di ossidazione, che possono favorire la liberazione di sostanze nocive per il nostro organismo. Quale sarà dunque l’olio pugliese e non che maggiormente rimane stabile se sottoposto ad alte temperature? Rispondiamo subito a questa domanda.

Qual è l’olio più stabile?

L’olio che garantisce una maggiore stabilità è quello contenente una quota maggiore di acidi grassi monoinsaturi. La risposta dunque viene da sé: l’olio migliore per friggere è quello di oliva, che contiene molto acido oleico. Se non vi piace friggere con l’olio di oliva per via del suo odore intenso e caratteristico (che tuttavia svanisce quando l’olio pugliese e non raggiunge le alte temperature), potete comunque decidere di friggere con l’olio di arachidi, che a sua volta è molto stabile e resistente rispetto alle alte temperature.

Olio di oliva o olio extravergine di oliva? Purchè sia olio pugliese, il nostro preferito!

Abbiamo detto che l’olio di oliva è ottimo per friggere in quanto molto stabile. Lo stesso vale per l’olio extravergine di oliva, che tuttavia è, come sapete, un olio di maggior pregio. Portandolo ad alte temperature non otterrete una perdita di stabilità pericolosa per la vostra saluta, ma sicuramente lo priverete di alcune delle sue migliori sostanze nutritive. Vi consigliamo dunque di acquistare un olio pugliese vergine per la frittura, ed extravergine per il consumo a crudo e per trarre tutto il meglio dai preziosissimi polifenoli naturali in esso contenuti. Nelle pagine del nostro shop troverete in vendita dell’ottimo olio pugliese sia di alto pregio per un uso a crudo, sia vergine di ottima qualità indicato per una frittura salutare. Chiedeteci consiglio!


Condividi
  •  
  •  
  •  
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •   
  •  
  •  
    2
    Shares