castello di Gallipoli - La Terra di Puglia

Le vacanze in Salento si avvicinano e vorresti programmare un po’ il tuo itinerario, le cose da fare e da vedere. Ottima idea, naturalmente. Programmando il tuo itinerario potrai anche ottimizzare il tuo tempo e tornare a casa con la certezza che avrai visto tutto ciò che desideravi. Tra le attrazioni più belle di questo incantevole angolo di Puglia – oltre al mare, naturalmente – menzioniamo oggi i castelli. Vi consigliamo oggi 5 castelli da vedere e visitare assolutamente prima di fare ritorno a casa.

Castello di Gallipoli

castello di Gallipoli - La Terra di Puglia

Il castello di Gallipoli è una delle strutture architettoniche più belle della città. Domina il paesaggio ed è proteso sul mare, oltre a fungere da collegamento tra la città nuova e la città vecchia. Il castello risale al Duecento e fu edificato sulle rovine di una preesistente fortificazione di origine romana. Come spesso accade ed è accaduto a molti castelli situati sul territorio italiano, il castello ha subito innumerevoli e spesso radicali rimaneggiamenti nel corso del tempo, in particolar modo da parte degli Angioini e degli Aragonesi. Spesso orientati a scopo difensivo. Proteggere la città era fondamentale! Non a caso la struttura è dotata di innumerevoli torrioni ed è separata dalla terra e dal mare da fossati su tutto il suo perimetro. Non solo: nel Cinquecento fu realizzata una torre aggiuntiva di forma circolare, una sorta di avamposto rispetto alla cinta muraria, detta Rivellino. Visitarlo è d’obbligo!

Castello di Corigliano

castello di Corigliano - La Terra di Puglia

Spostiamoci dalla costa verso l’entroterra ed andiamo alla scoperta del Castello di Corigliano. Il paesino di Corigliano è incantevole ed accogliente. Il cuore del paese è dominato dal castello, imponente ed elegante al contempo. Si tratta di un edificio costruito con evidenti scopi difensivi. Una vera e propria architettura militare, squadrata, con torri angolari dotate di tre livelli di fuoco ed un ampio e profondo fossato tutto attorno. Non mancano gli stemmi araldici della famiglia De Monti di Capua, feudatari in terra d’Otranto e vicerè del Regno di Sicilia, nonché proprietari per diverse generazioni del castello. Interessanti anche gli innumerevoli bassorilievi con raffigurazioni a carattere allegorico relative alle virtù cardinali e ai santi. Quando, nel Seicento, la funzione difensiva cessò di esercitare un ruolo preponderante, si aggiunsero maggiori motivi decorativi, nello specifico una riccamente decorata facciata barocca impreziosita da innumerevoli motivi decorativi secondo lo stile del tempo. Il castello è visitabile al suo interno anche con visita guidata.

LEGGI ANCHE  Le confezioni con regali ai clienti su Laterradipuglia

Castello di Lecce

Lecce il castello - Laterradipuglia.it

Durante le tue vacanze in Salento non puoi esimerti poi dal visitare il suo capoluogo, ovvero Lecce. Nota anche come perla del Barocco o Firenze del Sud, Lecce è una città tutta da scoprire. Al centro della città campeggia un bellissimo castello di origine medioevale, edificato sulle rovine di un precedente edificio (sempre medioevale) con l’obiettivo di difendere la città dalle incursioni Turche. Il castello è provvisto di due ingressi, uno sulla sua facciata anteriore e uno sul retro, laddove prima c’era solamente campagna. E’ dotato anche di interessanti sotterranei, che potete visitare con una guida.

Castello di Acaya

castello di Acaya - La Terra di Puglia

Il castello di Acaya è un’altra meta imperdibile da visitare durante le tue vacanze in Salento. Siamo davvero a due passi da Lecce, pertanto se hai visitato il capoluogo salentino sei davvero vicinissimo al castello di Acaya. Pensate, il paese di Acaya si chiamava in epoca medievale Segine. Ma poiché era feudo della famiglia dei Dell’Acaya, finì per chiamarsi proprio Acaya. Il castello risale al Cinquecento ed è di epoca angioina. A differenza di quello di Corigliano, rimaneggiato in epoca Barocca ed opportunamente impreziosito con fregi e bassorilievi, quello di Acaya è giunto fino a noi con la sua impronta rinascimentale, senza aggiunte di sorta. Bello, imponente ed elegante, ha anche resistito all’assedio dei Turchi, che come sapete hanno invaso il Salento a più riprese dalla fine del Quattrocento in poi. Se vi trovate in vacanza in Salento nel mese di agosto, vi consigliamo di fare un salto ad Acaya non solo per visitare il castello, ma anche per assistere alla rievocazione in costume ed alla festa rinascimentale che si svolge ogni anno. Sbandieratori, cavalieri, spettacolo pirotecnico e bancarelle di prodotti tipici pugliesi rendono unica questa festa.

LEGGI ANCHE  Il mare di Puglia a Porto Cesareo

Castello di Copertino

castello di Copertino - La Terra di Puglia

Terminiamo la carrellata dei castelli del Salento con quello di Copertino. Si tratta di un castello di epoca normanna, successivamente rimaneggiato in epoca rinascimentale. Ed è in quella veste che è giunto a noi. Si trova nel centro del paese di Copertino ed è a pianta a stella, con un cortile interno a pianta quadrata. Molto bello il portale in stile catalano durazzesco: uno stile riccamente decorato con figure anche mostruose, proveniente dal regno animale e vegetale.

Se la vostra vacanza ha luogo invece più a nord del Salento, vi ricordiamo che in tutta la Puglia sono disseminati innumerevoli castelli appartenenti all’epoca normanna. Sono i famosi castelli federiciani, dal famosissimo Castel Del Monte, passando per Oria, Trani, Bari, Barletta, e molti altri.

 


Leave a Reply

Your email address will not be published.