Il mare non vale una cicca? Con questa domanda provocatoria le associazioni Marevivo e JTI hanno portato avanti nei giorni scorsi una singolare lotta contro i rifiuti abbandonati sulle nostre spiaggie ed in particolare contro i mozziconi di sigaretta che deturpano l’ambiente lo rendono assolutamente poco igienico, tanto per noi quanto per i nostri bambini.

L’obiettivo non è solo quello di ripulire le meravigliose spiaggie della lunga costa italiana, ogni anno meta di migliaia di turisti giunti da tutto il mondo nella speranza si trovarle pulite, ma anche di sensibilizzare ed educare alla raccolta dei propri mozziconi ed al loro smaltimento in appositi posacenere e cestini.

I numeri parlano chiaro e sono indubbiamente impressionanti: pensate che gli innumerevoli mozziconi abbandonati ogni giorno sulle spiaggie italiche vanno ad alimentare il 40% di tutto l’inquinamento solido marino, molto più di quanto facciano le bottiglie di plastica delle quali si sente spesso parlare. E c’è di peggio: i mozziconi di sigaretta ci impiegano ben 5 anni a biodegradarsi!

Ecco quindi perchè i volontari di Marevivo, sostenuti da una testimonial d’eccezione, l’attrice Margherita Buy, si sono presentati nei giorni 7 e 8 agosto sulle spiaggie del Bel Paese armati di posacenere tascabili riutilizzabili e di piccoli e simpatici manuali per il bagnante ecologico e rispettoso dell’ambiente. Due giorni per educare e sensibilizzare al problema dei mozziconi, nella speranza che la lezione serva non solo per quanto concerne le spiaggie, ma anche i nostri parchi e le strade delle nostre città.

Aggiungiamo che secondo noi sarebbe bene vietare le sigarette nelle spiagge italiane, così come ha fatto qualche comune isolato o come fanno anche all’estero Francia e USA.

Madrina dell’iniziativa l’attrice Margherita Buy.