Alberghi diffusi

Arrivano gli alberghi diffusi in Puglia

La Puglia tenta un’importante via per il rilancio del turismo locale, con l’introduzione dei regolamenti di attuazione della legge regionale sugli alberghi diffusi, vale a dire, quelle strutture ricettive che spesso si articolano all’interno di centri storici o rurali, dove vie e piazze diventano le scale e i pianerottoli dell’albergo, in un contesto storico, culturale ed architettonico che, se valorizzato in modo accurato, può dar vita a progetti redditizi e in grado di generare importanti indotti nell’economia pugliese.

Gli alberghi diffusi: qualità, ospitalità e fascino

Gli alberghi diffusi, spesso anche grazie a dei centri particolarmente belli e inseriti in contesti naturalistici di pregio, possono diventare emblemi della vivibilità e della piacevolezza di certi luoghi incantati della Puglia, contribuendo a creare nuove fasce all’interno del mercato del turismo regionale. Gli alberghi diffusi, per legge, devono essere costituiti da almeno trenta unità abitative, dotate di servizi comuni, con una gestione unica, strutturati in più edifici – costruiti prima del 1900 – collocati all’interno di centri storici o in centri rurali.