Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •  
  •  

passata di pomodoro e conserve del salento - Laterradipuglia.it

Settembre è nel pieno e i contadini pugliesi hanno già preparato la terra con le nuove piantine di ortaggi invernali. Qua e là, passeggiando in terra di Puglia, è possibile imbattersi in qualche sparuta piantina di pomodoro, sulla quale ancora fa capolino qualche macchiolina rossa. Ma il tempo dei pomodori ormai è terminato e, come si suol dire, “chi ha avuto ha avuto”. Le famiglie pugliesi che ancora oggi fanno la passata di pomodoro in casa hanno già provveduto a trasformare quanto di buono madre terra ha offerto in un delizioso oro rosso pronto a dar vita deliziosi e corroboranti sughi e piatti in umido durante l’inverno che ci attende. E voi? Avete organizzato la dispensa in vista dell’inverno? Intanto che ci pensate su, a voi qualche consiglio sull’uso e sugli acquisti in fatto di passata di pomodoro. 

Come utilizzare la salsa o passata di pomodoro

La passata di pomodoro, spesso chiamata anche salsa di pomodoro, è un grande classico della tradizione italiana e mediterranea. Molto spesso i nostri utenti ci scrivono per sapere come utilizzare la salsa di pomodoro. E’ naturale pensare di usarla nei sughi per la pasta, nel ragù per le lasagne o sulla pizza. Ma conviene cuocere una salsa acquistata da un supermercato o negozio online di prodotti tipici? O è già pronta per l’uso? Rispondiamo subito a questa domanda.

La passata di pomodoro che compriamo solitamente al supermercato è qualitativamente buona ma non sempre. Se costa pochissimi centesimi, dovrete pur farvi delle domande. Sicuramente non c’è pericolo alcuno nel gustarla tale e quale, ma l’ideale è cuocerla e farla bollire alcuni minuti. 

Se invece acquistate la vostra passata di pomodoro da un sito di un’azienda agricola o di un piccolo commerciante o ancora da un marketplace di nicchia di prodotti tipici pugliesi come lo è La Terra di Puglia, potete anche usarlo dopo averlo aperto. Se dovete per esempio condire una pizza, non occorre far bollire la passata di pomodoro, anche perchè questo tipo di passate sono qualitativamente superiori.

Sale e basilico sempre graditi

L’unica accortezza che bisogna avere è quella di aggiungere il sale. Se gradito, aggiungete anche del basilico.

E se devo fare del sugo di carne?

Ovviamente l’uso della passata di pomodoro nel caso si voglia fare un sugo di carne sarà differente. Nel sugo di carne è fondamentale che la carne insaporisca per bene il sugo. Servono anche cotture lunghe dunque a prescindere dal tipo di passata che acquistate, la cottura deve sempre essere piuttosto prolungata. Una breve sobbollitura di 10 minuti non è sufficiente.

Passata di pomodoro, quale acquistare?

Il consiglio che vi diamo è quello di organizzare una dispensa o credenza con un po’ di prodotti buoni che possano tornare utili durante tutto l’inverno. E’ inutile andare e venire dal supermercato molte volte. Avere tutto in casa, a parte ovviamente i prodotti freschi, è una grande comodità. Dunque a proposito di passata di pomodoro, il consiglio è il seguente: non esiste solamente un tipo di passata di pomodoro, quindi diversificate a seconda dell’uso che volete fare. Non a caso nel nostro shop online di prodotti tipici pugliesi troverete diverse tipologie di prodotto: dolce, rustica, biologica, pelati, pomodorini, passata gialla, passata di pomodori da penda e così via. Usando i vari tipi di passata imparerete ad avere un palato sempre più raffinato ed attento agli abbinamento. Per esempio

  • passata gialla, ideale per sughi di pesce e crostacei
  • passata dolce, perfetta per la classica pastasciutta pomodoro e basilico
  • passata rustica, consigliata per sughi di carne e cotture lunghe
  • pelati, buoni per piatti in umido o da mischiare alla passata di pomodoro pugliese classica

Sono solo alcuni consigli, naturalmente mano a mano che il tempo passa svilupperete un vostro gusto personale.

 

 


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •  
  •