Un eccellente condimento pugliese: l’olio santo

Anche oggi torniamo a sederci alla tavola pugliese, e lo facciamo prendendo in considerazione un prodotto molto apprezzato e diffuso nella cucina di questa regione, che è sì povera e basata su ingredienti semplici e genuini, ma spesso, è anche in grado di stupire per il fatto che ricorre a condimenti senz’ombra di dubbio gustosi e nutrienti, tipici della tradizione rurale, come nel caso dello speciale olio santo.

Il nome, almeno di primo acchito, potrebbe trarre un po’ in inganno: potrebbe trattarsi di un prodotto miracoloso, in grado di trasformare anche un piatto insipido in qualche cosa di più invitante? Be’, questa potrebbe essere un’ipotesi senz’altro ragionevole, considerando come l’aggiunta dei peperoncini all’olio extravergine di oliva, contribuisce a dare un’impronta di aroma e di gusto più marcata.

In realtà, però, questa potrebbe essere una spiegazione fin troppo semplice delle origini di questo prodotto, che sono veramente molto antiche, e il cui nome è davvero collegato al mondo ecclesiastico: non perché l’olio sia benedetto o per motivazioni affini, bensì, proprio perché il miglior olio prodotto durante un’annata veniva poi donato per le celebrazioni religiose, e alla stessa maniera, il miglior olio viene destinato a questa speciale preparazione.

Concludiamo la nostra digressione dedicata all’olio santo dicendovi che in linea di massima lo stesso viene utilizzato in Puglia per condire le pizze, la pasta, i legumi, le insalate e, infine, anche i frutti di mare. Non ci resta altro da fare, ora, che parlarvi dei segreti della preparazione di questa specialità…

Gli ingredienti per preparare l’olio santo

Volete preparare il vostro olio santo in casa? Allora procuratevi questi ingredienti:

  • olio extravergine di oliva
  • peperoncini secchi

Il procedimento per fare l’olio santo (piccante)

Volete preparare davvero un ottimo olio santo? Ecco a voi le singole fasi della ricetta:

  • Procuratevi una bottiglietta da 250 ml ( come quelle da ketchup), lavatela e fatela asciugare per bene.
  • Spezzettate grossolanamente 2-3 peperoncini secchi, o qualora voleste un olio forte, qualcuno in più.
  • Versate il vostro olio, con i peperoncini secchi, nella vostra bottiglietta.
  • Lasciate infine macerare per almeno un mese, agitando di tanto in tanto.

Una variante consigliata è quella di aggiungere uno spicchio d’aglio intero sbucciato e un ciuffettino di rosmarino, che dovrete eliminare dall’olio dopo il mese di macerazione ( i peperoncini invece vanno lasciati ). Man mano che l’olio diminuisce, potete rabboccare con altro olio extravergine fresco.

Riepilogo
recipe image
Nome ricetta
Olio santo
Pubblicato il
Tempo di preparazione
Tempo di cottura
Tempo totale
Voto medio
21star1stargraygraygray Based on 3 Review(s)

Leave a Reply

Your email address will not be published.